Davide Sartori

Nato nel 1995, inizia a studiare musica e sassofono all’eta di 10 anni per suonare nella banda del suo paese natale, Baceno, nel VCO. A 14 anni, nel 2010 inizia a studiare chitarra da autodidatta, che diventa il suo strumento principale. Un anno dopo inizia a studiare con il maestro di chitarra Fabrizio Spadea. Suona con diverse band Rock e Blues. Collabora con alcune orchestre di musica moderna locali come chitarrista solista, come l’orchestra del CHIT nel 2011 e l’orchestra “Paesaggi Sonori” nel 2013/2014. Dopo lo studio degli stili pop/rock/blues Si avvicina sempre piu allo studio del Jazz, provando grande interesse per l’improvvisazione. Nel settembre 2014 si iscrive al Conservatorio di Milano, dove valutato dal maestro Bebo Ferra si
classifica primo in graduatoria per le ammissioni.
Una volta trasferitosi a Milano lo stesso anno ha la possibilita di suonare con diversi musicisti e in diverse rassegne del conservatorio. Nel 2015 inizia un progetto in trio chiamato Tri(O)ttico con il clarinettista Federico Calcagno e la Contrabbassista Victoria Kirilova, con cui scrive e suona musica originale e Standards. Con tale progetto suona in moltissime occasioni nell’area milanese. Collabora con il Contemporary Ensemble di Alberto Mandarini nell’estate del 2015. Partecipa in formazione Big Band e in quartetto con il maestro Andrea Tofanelli per l’occasione del Baceno Brass Festival nel’estate del 2015. Nel 2016 entra nella Big Band del Conservatorio G.Verdi di Milano, diretta dal Maestro Pino Jodice, che vanta numerosi membri attivi sulla scena internazionale del jazz. Lo stesso anno partecipa a diverse rassegne concertistiche a Milano, Piano City (Divergent Trio) e a numerosi concerti nelle rassegne del conservatorio di Milano. Sempre nel 2016 partecipa al Novara Jazz Festival in Duo con il clarinettista Federico Calcagno. Nell’estate del 2016 collabora con il maestro Alberto Mandarini nella formazione “Alberto Mandarini New Quartet”, con Andrea Bruzzone e Stefano Zambon. Nel 2016/2017 vince una borsa di studio per trascorrere il primo semestre dei corsi del conservatorio nel Conservatorium Van Maastricht, in Olanda, dove ha numerose esperienze con
validi insegnanti e colleghi olandesi, belga, portoghesi, tedeschi e coreani, che gli permettono di percepire i diversi punti di vista sull’approccio musicale legati alle differenti culture. Nel 2017 Con il Tri(O)ttico partecipa selezionato tra 26 formazioni da tutta Italia alla finale del primo concorso nazionale Stefano Cerri. Nel Marzo 2017 sempre con il progetto Tri(O)ttico, dopo
valutazione del maestro Tino Tracanna e dell’affermato trombettista jazz Newyorkese Dave Douglas, partecipa al festival di Bergamo Jazz, uno dei festival piu conosciuti e apprezzati in Italia. Partecipa con la stessa formazione allo Springtime Jazz festival a Milano. Nel Giugno del 2017 vince il primo premio per il Premio del Conservatorio di Milano, Sezione Jazz. Vince come migliore chitarrista per il Premio Nazionale delle Arti, sezione Jazz. Fa parte dell’Orchestra Nazionale Jazz diretta da Pino Jodice, con la quale suona nell’estate del 2017 suona a Milano, Firenze e Pescara, al Pescara Jazz festival. Partecipa nel 2017 alla settimana di seminari musicali al Begues Jazz Camp, vicino a Barcellona. Entra primo in graduatoria alle ammissioni per il biennio in chitarra jazz al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Nel Febbraio del 2018 si laurea al Triennio Jazz del conservatorio Giuseppe Verdi di Milano con 110 e lode, piu menzione speciale. Registra un disco con il Tri(o)ttico nel febbraio 2018. Con Tri(o)ttico partecipa al premio Dragoni 2018. Suona in sala puccini il 22 aprile 2018 per la rassegna “I vincitori del premio del conservatorio 2017”. Suona per la rassegna “Jazz a Milano”, nella serata dedicata a Bruno De Filippi con Giulio
Brouzet Trio. Dal 29 maggio al primo Giugno 2018 partecipa con l’ensemble dei sassofoni della ONJ a una piccola tournee a Tel Aviv, dove suona due concerti, uno all’ambasciata italiana e l’altro sulla spiaggia “Lala Beach”. Nell’estate 2018 Partecipa con la ONJ alla tournee Napoli in Jazz (Concerti a Pescara Jazz, Ariccia, L’Aquila, Chieti, Spoleto). Nel Giugno 2018 Vince una consistente borsa di studio che gli permette di studiare alla Montclair University (30 minuti da New York) Dal 15 Gennaio al 15 Maggio 2019.
Ha studiato con (Chitarra): Bebo Ferra, Roberto Cecchetto, Dave Stryker, Jesse van Ruller, Joachim Shoenecker, Fabrizio Spadea, Jan Formannoy, Luigi Tessarollo, Peter Bernstein, Steve Benson (Musica d’insieme, Armonia, Arrangiamento e varie) : Tino Tracanna – Attilio Zanchi – Alberto Mandarini – Oscar Del Barba -Pino Jodice Ha suonato e collaborato con: Andrea Tofanelli, Alberto Mandarini, Fabrizio Spadea, Roberto Olzer, Tino Tracanna, Roberto Mattei, Andrea Bruzzone, Filippo Rinaldo, Federico Calcagno, Stefano Grasso, Marco Rottoli, Yazan Griselin, Massimiliano Salina, Luca Ceribelli, Riccardo Tosi, Victoria Kirilova, Lorenzo Blardone, Roberta Brighi, Stefano Zambon, Camille Bertault. Con la Verdi Jazz Orchestra: Tino Tracanna, Daniele Comoglio, Riccardo Luppi, Alberto Mandarini, Antonio Zambrini, Oscar Del Barba, Attilio Zanchi, Humberto Amesquita, Daniele
Moretto, Paola Folli, Rocco Zifarelli, Marco Micheli e altri.. Con l’Orchestra Nazionale dei Conservatori Jazz: John Surman, Dario Congedo, Manuel Caliumi, Giulio Gentile, Emanuela di Benedetto, Fabio Tiralongo e altri.. Masterclass e seminari con: Scott Colley, Dave Liebman, Greg Hutchinson, Bruno Tommaso, Bob Moses, Mark Guiliana, Avishai Cohen (Trpt), Enrico Pieranunzi, Peter Bernstein, Michael Kanan, Seamus Blake.